Prove di resistenza

Un concerto documentario alla Corte dei Miracoli

Siamo nell’anno 2020, quello famoso, quello in cui ciò che è successo prima non vale più chissà che. Nei mesi in cui si ripropone, per la seconda volta, la trafila delle chiusure, dei divieti, del «fino a dove è concesso andare per bere un caffè in bar?», un gruppo di giovani caccia fuori un’idea. Un’idea bella che va incontro a una serie di fortuite (e fortunate) coincidenze.

Il tutto comincia con Chiara Compagnoni e Valentina Curcio: coscienti del momento difficile per il mondo della cultura, decidono di contattare la Corte dei Miracoli, ossia Federico e John.

Vogliono proporre un progetto. Una serie di gruppi musicali milanesi, connessi più o meno anche loro alla Corte, verranno filmati e registrati, e i video saranno pubblicati su Facebook, con l’obiettivo di diffondere la sensibilità per la condizione della musica dal vivo e raccogliere qualcosa (tramite crowdfunding) per finanziare gli artisti che vi partecipano.

La proposta è felice. Proprio nel periodo in cui il progetto prende vita, infatti, Federico sta lavorando a dei progetti radiofonici (e l’occasione è ghiotta per creare degli utilissimi inserti per interviste/podcast ai musicisti) e John coltiva già da qualche tempo la mezza idea di organizzare delle session registrate e filmate in Corte.

Quando si dice, appunto, la coincidenza!

Il risultato è una bellissima esperienza. Una lunga, avvincente domenica autunnale, per la precisione il 29 novembre, in cui ai gruppi di musicisti che arrivano uno dopo l’altro fa da contorno una troupe di videomaker e fonici che sosta perenne con mic e telecamere accese, la sala che suona ininterrottamente, mentre chi ha già suonato viene intervistato, il fotografo Tobia Faverio che fotografa i dettagli…

Il tutto condito con torte salate, tè caldo e muffin al cioccolato.

La presenza di Chiara, poi, garantisce un alto livello di professionalità, grazie alla già citata troupe, le giuste competenze sull’organizzazione, la produzione e la comunicazione online.

Nasce così Prove (di Resistenza): un progetto culturale in tempo di pandemia.

Il lavoro, che ha avuto un riscontro molto positivo, è stato pubblicato live in streaming sulla pagina Facebook della Corte dei Miracoli il 17 dicembre alle ore 20:30. La campagna crowdfunding continua fino al 7 gennaio su questo sito.

Detto ciò resta solo una cosa da aggiungere. In questo momento c’è poco per la messa in pratica dell’ingegno. Rimane l’idea: uno dei grandi punti fermi per chi lavora nell’ambito della produzione creativa. Aspettando ovviamente il ritorno delle persone nella nostra vita.

di John De Martino

Lascia un commento