Prossimo numero

In questa pagina sono disponibili le indicazioni sul numero corrente e sul prossimo numero de La Tigre di Carta. Coloro che sono interessati a collaborare con noi inviando un contributo esterno per la pubblicazione sul sito possono trovare qui i temi dei numeri prossimamente in uscita, a cui l’articolo dev’essere attinente, così come le date utili da tenere presenti.

Per le citazioni dall’I Ching contenute in questa pagina, cfr. I King. Il libro dei mutamenti, a cura di B. Veneziani e A. G. Ferrara, Astrolabio – Ubaldini Editore, Roma 1995.

Confucio, Pietro Tedeschi

Numero corrente (N.22)

Il tema: Il ritorno, esagramma 24 dell’I Ching.

La sentenza:

Il ritorno. Riuscita.
Uscita ed entrata impeccabili.
Amici vengono senza macchia.
Serpeggiante è la via.
Al settimo giorno viene il ritorno.
È propizio avere ove recarsi.

Il commento: Dopo un tempo di decadimento viene il tempo del volgimento. Riappare la forte luce che prima era stata scacciata. Vi è movimento. Questo movimento non ha, però, nulla di forzato. Il segno superiore Kkunn ha per carattere la dedizione. Si tratta dunque di un movimento naturale, generato spontaneamente. Perciò, trasformare il passato è facilissimo. Cose vecchie vengono eliminate, cose nuove introdotte; e tutto corrisponde al tempo senza perciò recare alcun danno. Si formano associazioni di persone delle medesime idee. E questa unione avviene pubblicamente, essa corrisponde alla situazione del tempo e perciò ogni aspirazione politica particolaristica è esclusa; tali unioni non danno luogo ad alcun errore. Il ritorno è inerente al corso della natura. Il movimento è circolare. La via è chiusa in se stessa. Non c’è quindi mai bisogno di agire con precipitazione. Tutto viene da sè non appena il suo momento è giunto. Quest’è il senso di cielo e terra.
Tutti i movimenti si compiono in sei gradi. Il settimo grado reca, poi, il ritorno. Cosi nel settimo mese dopo il solstizio estivo, a partire dal quale l’annata cala. viene il solstizio invernale; così nella settima ora doppia dopo il tramonto il sole risorge. Perciò il sette è il numero della luce giovane, che nasce dal fatto che il sei, il numero delle grandi tenebre, si accresce di uno. Con ciò l’arresto comincia a muoversi.

Il N.22 è uscito a gennaio 2020. È possibile inviare un contributo esterno fino al 31 marzo 2020.

Prossimo numero (N.23)

Il tema: Il mite, esagramma 57 dell’I Ching.

La sentenza:

Il mite. Mediante piccole cose riuscita.
Propizio è avere ove recarsi.
Propizio è vedere il grand ‘uomo.

Il commento: Penetratività genera effetti graduali e poco appariscenti. Non si deve operare violentando, ma invece per mezzo di un influenzamento continuo. Questi effetti danno meno nell’occhio di quelli ottenuti assalendo di sorpresa, ma sono più persistenti e completi. Per poter operare in questo modo bisogna avere una meta chiara; giacché soltanto facendo operare l’influenzamento penetrativo sempre nella medesima direzione si raggiunge qualche cosa. Il piccolo può raggiungere qualche cosa soltanto sottomettendosi ad un uomo ragguardevole che possegga la capacità di creare l’ordine.

L’esagramma di sviluppo (ovvero il tema secondario a cui facoltativamente si può fare riferimento): La ritirata, esagramma 33 dell’I Ching.

Il N.23 esce in aprile 2020. È possibile inviare un contributo esterno fino al 30 giugno 2020.

Per ulteriori informazioni, è sempre possibile rivolgersi a collabora@latigredicarta.it