LA STORIA


Nel 1975 apre a Milano, in via Mortara, un nuovo spazio culturale: si chiama La Corte dei Miracoli e a fondarla e dirigerla è il regista e autore teatrale Luigi Chiarelli.

La Corte dei Miracoli ospita innanzitutto gli spettacoli di teatro sperimentale dell’omonima associazione che lo gestisce, ma diviene presto anche sede di un’intensa attività culturale che tocca diversi generi artistici. Sul palco si alternano le rassegne teatrali di prosa, le serate di poesia o di cabaret. Vengono organizzati concerti di musica classica, opere liriche, ma anche di musica jazz, country, blues, ragtime. Hanno luogo spettacoli di danza, di canzoni, di mimo, di marionette e di magia. Sono presentate mostre d’arte, esposizioni di quadri, sculture, fotografie, oggetti d’antiquariato. Si tengono corsi di drammatizzazione, animazione musicale, ginnastica ritmica, mimo, e il Comune di Milano organizza lezioni di ecologia, sessuologia, parapsicologia. La sede ospita anche una piccola libreria.

Dopo anni in cui il teatro si è dedicato esclusivamente agli spettacoli cabarettistici curati da Renato Converso, dal 2017 la storica associazione culturale La Corte dei Miracoli e la giovane associazione culturale la Taiga propongono nuovamente al pubblico una ricca programmazione che, pur rispettando le tradizioni della Corte, si apre con forza alla cultura e all’arte contemporanea.

 

Matteo Chiarelli

X