23 feb | In qualunque posto mi trovi | Cicconi-Radice

Sul palco una ragazza, i suoi cuscini e una piena adolescenza: troppe cose da rinchiudere in una stanza. Il mondo fuori ci entra solo attraverso YouTube.

 

Con Eleonora Cicconi. Regia di Noemi Radice.

“In qualunque posto mi trovi” racconta di Gaia, un’adolescente alla ricerca di un modello da seguire per scoprire la propria identità e le proprie passioni. Attraversando i tipici conflitti adolescenziali con l’ambiente familiare e lottando con la propria sensazione di inadeguatezza, Gaia trova rifugio nel mondo di Youtube, un “luogo” in cui apparentemente ognuno può esprimere se stesso e condividere le proprie esperienze e passioni con migliaia di persone. Video dopo video Gaia trova nella sua Youtuber preferita un’amica che la fa stare bene nei momenti difficili e che la diverte nei momenti di serenità: un vero modello di vita da imitare e idolatrare. Ma la difficoltà per Gaia sarà mettere in comunicazione il mondo ideale di Youtube con il mondo reale delle sue giornate.

Il nostro spettacolo nasce dalla lettura di un racconto di Frank Wedekind: “Mine-Haha, ovvero Dell’educazione fisica delle fanciulle”. Nel racconto si legge di un parco in cui centinaia di ragazzine vengono educate da altre donne secondo i soli canoni estetici e fisici, crescendo inconsapevoli dell’esistenza di un mondo esterno. Ci siamo interrogate su che cosa possa essere oggi questa “educazione fisica delle fanciulle”, in una società in cui l’estetica è vissuta come un valore imprescindibile e in cui le adolescenti sono bombardate da immagini e modelli a cui ispirarsi. Abbiamo trovato in Youtube il nostro “parco” contemporaneo, in cui centinaia di ragazzine condividono con migliaia di coetanee le proprie esperienze e i propri suggerimenti di vita. Youtube nei loro video è uno spazio che porta la sfera privata nella sfera pubblica; è uno spazio accessibile a chiunque, in cui vengono spesso mostrati con leggerezza elementi intimi e privati.

Tutto si svolge nella stanza di Gaia, il suo piccolo rifugio, da cui scopriamo il suo mondo interiore e le sue relazioni con il mondo esterno. Il mondo messo in scena è esclusivamente femminile: Gaia; la mamma; la Youtuber preferita; le amiche. Modelli e anti-modelli femminili, con cui Gaia lotta e si identifica, alla ricerca di se stessa e della propria personalità, in un periodo di formazione e di grandi incertezze come può essere quello dell’adolescenza.


Venerdì 23 febbraio – ore 21:00
Ingresso 5€

Leave a comment